0498-Bagnolo_del_Salento.png

Bagnolo del Salento

Bagnolo del Salento (LE) Puglia

Bagnolo del Salento sorge nell’entroterra di Otranto e ha un passato che affonda le sue radici in tempi antichissimi e che emergono ancora oggi nella chiesa rupestre che si trova nei paraggi della Serra di Montevergine e nel menhir che si incontra sulla strada che dal borgo conduce a Cursi. Le architetture più recenti si trovano invece nel centro del paese, come la chiesa intitolata a San Giorgio Martire, che custodisce al suo interno preziose opere d’arte. Ma la storia di Bagnolo è legata a un’antica tradizione, oggi scomparsa: qui venivano prodotte artigianalmente le corde, in dialetto locale chiamate “zuche”, che venivano realizzate con paglia di palude raccolta e battuta fino a farle assumere l’elasticità e la flessibilità che poi avrebbero permesso l’intreccio. A questa antica usanza si deve il nomignolo che si tramandano i suoi abitanti, “zucari”, cioè cordai: i gesti antichi non sono scomparsi del tutto, sono rimasti in un nome, come a far risuonare la memoria locale nei suoni e nelle voci.

Associazioni

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
privacy