0729-Certaldo.png

Certaldo

Certaldo (FI) Toscana

Non è certo difficile trovare il simbolo del borgo di Certaldo: qui nacque Giovanni Boccaccio, che per descrivere il paese usò queste parole: «Certaldo è un castel posto nel nostro contado, il quale, quantunque picciol sia, già di nobili uomini e d’agiati fu abitato». Il borgo ancora oggi narra la storia del grande poeta, innanzitutto nella casa che lo ospitò durante i suoi ultimi anni di vita e nella chiesa dei Santi Jacopo e Filippo, situata a Certaldo Alta, dove giacciono le sue spoglie. Ma l’anima di questo immenso scrittore è ovunque: ogni scorcio, ogni angolo, ogni casa sembra pervasa dal suo spirito, come se da lì fosse appena passato il personaggio di una delle sue opere. In particolare, il “castel” di cui parla il Boccaccio è il cuore del borgo, luogo ideale per chi ama l’arte e la storia. Infine, dopo aver respirato l’aria di cultura e narrazione di questo borgo, merita una visita anche la sua parte bassa, luogo legato alla vicina via Francigena, luogo di spiritualità e pellegrinaggi.

Associazioni

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
privacy