1751-Attilio_Pecile.png

Attilio Pecile

Attilio Pecile nasce a Udine, nel 1856 da una famiglia di agricoltori originaria di Fagagna (dove morì nel 1931). Fu un importante esploratore che andò alla scoperta della lontana Africa. Sbarcò nel continente africano nel 1883 e giunse in Congo l’anno successivo, visitando anche i territori circostanti. Al ritorno, portò con sé, raccolti in ben ottanta casse, campioni di mammiferi, uccelli, pesci, insetti, rettili, molti dei quali sconosciuti, nonché sculture, idoli, indumenti, e fotografie da lui realizzate. Tutto il materiale venne consegnato al Muséum d’Histoire Naturelle di Parigi, città nella quale è attualmente conservato al Musée du Quai Branly.

Località:

  • a Fagagna, i luoghi d’origine dell’esploratore, tra cui il borgo antico e le sue tracce medievali come i ruderi del castello e delle fortificazioni; per scoprire la natura e le radici antropologiche del luogo, come avrebbe fatto Pecile, l’Oasi naturalistica dei Quadris e Ciase Cocél, dove si rivivono i riti della vita contadina friulana di inizio ‘900.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
privacy