Borghi d'Italia

1000-Balsorano.jpg

Balsorano

Balsorano (AQ) Abruzzo

Il paese è conosciuto soprattutto per la presenza del castello, posto sulla sommità di un’altura in prossimità della lussureggiante Valle Roveto nel Comune di Balsorano, in uno spettacolare contesto paesaggistico. Fu eretto sulle fondamenta di un’altra antica e diruta struttura, da Antonio Piccolomini, nipote di papa Pio II, intorno all’anno 1460, che ne assunse anche la baronia. I Piccolomini detennero il possesso del castello fino agli inizi del 1700 quando la famiglia si estinse e la baronia di Balsorano passò sotto il dominio del barone Testa, nobile romano. Il castello di Balsorano, proprietà della famiglia Fiastri-Zannelli, è oggi gestito dalla Società dei Castelli d’Italia, su modello dei castelli di Francia e d’Inghilterra. Da non perdere la visita all’antica e suggestiva chiesa intitolata alla Madonna delle Grazie. La sua posizione è spettacolare, adiacente le rive del fiume Liri; nella beata simbiosi tra antico e natura è possibile ammirare un vero gioiello del passato, del quale rimangono l’abside circolare con l’altare ancora integro, la navata e la cupola. Accanto la chiesa si trova la torre rinascimentale, che tra il 700 e inizi novecento era adibita a mulino.

Visita il borgo

Associazioni