Paesaggi d'Italia

5042-Carnia-ok.jpg

Carnia

Friuli-Venezia Giulia, Italia

Una piccola regione storica con una radicata cultura identitaria e un grande patrimonio di paesaggi che esprimono, come la gente di questi luoghi, una precisa personalità. Le sue Alpi, le sue diverse montagne che superano i 2000 metri, il corso del Tagliamento, le sue vallate, i territori differenti ma omogenei dei suoi 27 Comuni, danno forma a un paesaggio “del Nord” dai tratti originali, dove dolcezze delle vedute alpestri e asperità delle montagne dialogano fra loro con note distintive che si avvertono chiaramente. I borghi con le loro architetture, i sapori davvero locali, le feste della tradizione parlano tutti di un luogo peculiare e “appartato”, sereno per la propria bellezza e orgoglioso delle proprie qualità, divenute oggi risorse per un turismo gratificante e armonico. Testimone d’eccellenza di queste qualità uno dei più grandi poeti italiani, affezionato frequentatore di queste terre alte: Giosuè Carducci.

Leggi le citazioni

Questi fiori delle alpi sono proprio belli, splendidi di colore, odorosissimi, fragranti. E dire che ne nasce da per tutto per questi prati e per queste montagne; e a certe ore del giorno, specialmente la mattina e la sera, fra la fragranza degli abeti e il profumo acuto dei fiori, tutta l’aria è un odore, odore sano, acuto, non snervante. Qui sono tutte montagne, e le montagne sono tutte coperte di abeti, e anche di larici, e qua è là di castagni e di faggi: ma sul pendio e in vetta ci sono prati bellissimi, d’un verde tenero e smagliante. Tutto questo paese montuoso, che comincia dal Tagliamento e finisce con le vere Alpi, è partito in […] piccole valli, per ognuna delle quali corre un torrente maestro, e in esso influiscono altri torrentelli; e tutte queste valli sono bellissime, selvose, fresche, aerate, piene di villaggi. Anche ieri salii una montagna: si partì alle sei della mattina, tornammo a mezzogiorno: sei ore di salita e discesa, con men d’un’ora di fermata: e che salita! trecento e più metri dal piano di Arta. La mattina per questi monti è un incanto di frescura di luce di purità.
Giosuè Carducci, 1885
Veste un mare di splendori i gioghi azzurri dell’Alpe friulana. Alcuna nube non ne offende il sereno.
E par che tutti si fendano i colori in una vasta iride che si curva in Occidente
Lord Byron, 1812 - 1818